fbpx

Adottare un cane dal canile è prima di tutto un gesto d’amore oltre che di civiltà. Recarsi al canile significa togliere un animale dalla strada, un animale che nella sua vita ha sofferto a causa di abbandoni o maltrattamenti o ancora a causa dell’incapacità di un proprietario di far fronte alle esigenze del suo compagno a quattro zampe. Non è raro infatti che si siano verificati in passato casi di persone che hanno portato il loro cane indietro al canile in quanto non erano in grado di occuparsene.

Chi decide quindi di procedere con l’adozione del cane dal canile deve essere conscio del fatto che l’adozione di un cane è soprattutto una responsabilità. Significa farsi carico del benessere di un amico a quattro zampe, proprio come per un membro della famiglia. Per questo motivo, prima di adottare un cane dal canile è bene ponderare tutte le scelte con i pro e i contro. Vediamo insieme cosa serve per poter adottare un cane dal canile con alcuni consigli che ti potranno aiutare nell’orientare verso quella che potrebbe essere una delle tue avventure più grandi.

Cosa devi sapere prima di adottare un cane

adozione cane canile - cose da sapere
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Pinterest

adozione cane canile – cose da sapere

Prima di procedere con l’adozione, la prima cosa che devi tenere a mente è che i cani non sono solo dei batuffoli di gioia da coccolare al bisogno, ma sono prima di tutto degli esseri viventi e come tali hanno bisogno oltre che di coccole e carezze, anche di essere seguiti nelle loro piccole, ma grandi esigenze di tutti i giorni. Dal portarli a spasso facendogli prendere tanta buona aria, all’alimentazione che deve essere ben studiata, ai momenti ludici e di svago che non devono mancare. Oltre a ciò specie nei primi tempi è necessario far sentire a proprio agio il nostro amico a quattro zampe anche da un punto di vista psicologico.

Ultimo ma non meno importante, nel momento in cui poniamo la nostra firma sul modulo di adozione diventiamo responsabili del nostro cane con tutti i doveri e gli oneri che la legge comporta. Quando diventiamo proprietari del cane adottato ci facciamo carico del suo benessere fisico e psicologico e ci impegniamo a non abbandonarlo mai.

Come scegliere il cane più adatto

scegliere il proprio cane con cura - una scelta difficile
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Pinterest

scegliere il proprio cane con cura – una scelta difficile

La fase più importante dell’adozione di un cane è sicuramente la scelta del nostro futuro compagno a quattro zampe. Innanzitutto un mito da sfatare. Mai farsi attrarre dai “colpi di fulmine”, dalla sensazione che un cane sia fatto per noi solo guardandolo per la prima volta. Anche la taglia del cane in questo senso è molto relativa. Ogni cane proprio come per le persone ha un vissuto a sé. Pertanto la prima cosa da fare quando ci si reca al canile, è quella di chiedere sul passato del cane e conoscerne, ancora prima di incontrarlo, il carattere e le abitudini. Questo ti risparmierà delle brutte sorprese ed eviterà il rischio di doverlo riportare al canile dopo poco tempo.

Al canile inoltre ti verranno fatte delle semplici domande come ad esempio il tipo di cane che cerchi (compresa la razza), se vuoi un cucciolo o un adulto o ancora quali sono le tue esigenze. È evidente che una persona che ha una casa con ampio giardino non è la stessa di una persona che vive in un appartamento magari in una grande città. Tutti questi dettagli uniti ad altri della tua vita possono aiutare il canile a scegliere il cane più adatto a te. Molto fondamentale inoltre nella fase della scelta è quella di farsi assistere da un esperto cinofilo che ti possa seguire soprattutto nella delicata fase dell’ambientamento.

Come si procede con l’adozione

Veronadogs come si procede con l'adozione
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Pinterest

Veronadogs come si procede con l’adozione

Una volta scelto quale cane adottare si passa ai primi incontri preliminari con il nostro futuro amico a quattro zampe. Molti canili, specialmente quelli più attrezzati prevedono infatti la possibilità di incontrare il cane scelto prima ancora di procedere con l’adozione in brevi momenti come ad esempio una passeggiata o ancora momenti ludici. Questo passaggio è molto importante sia per il cane che per il futuro padrone che imparano così gradualmente a conoscersi l’un l’altro. Il cane impara in questo modo a riconoscere il suo futuro padrone come un volto amico e sarà meno propenso a comportamenti difensivi.

Il modulo di adozione

Se gli incontri preliminari vanno a buon fine sarà arrivato per te il momento di procedere con l’adozione vera e propria. Ti verrà quindi fatto firmare un modulo che prevederà sia oneri che obblighi. Il passo successivo sarà quello di sottoporlo alle visite mediche del caso come ad esempio le vaccinazioni obbligatorie per legge o ancora la sverminazione. Dal veterinario verrà creato inoltre un libretto nel quale sono contenuti il nome, il peso, la razza ecc. Gli verrà infine inserito il microchip. Molto importante naturalmente è rispettare con regolarità la cadenza delle vaccinazioni.

L’accoglienza a casa

Accoglienza del cane a casa. Un passo importante
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Pinterest

Accoglienza del cane a casa. Un passo importante

Il cane ora è vaccinato, accuratamente sverminato e completo di microchip. Questo significa che è arrivato il momento di accoglierlo finalmente in casa. Un accorgimento molto importante soprattutto per i primi tempi: ricordati che il cane ha bisogno dei suoi spazi. Sistema quindi la cuccia in uno spazio dove il cane possa riposare tranquillo e indisturbato. Questo permetterà al tuo amico a quattro zampe di ambientarsi e di poter vivere con serenità nella sua nuova casa. Non è assolutamente consigliato stressarlo. Se viene innervosito sarà più incline ad assumere atteggiamenti ostili e quindi poco piacevoli.

Il consiglio anche in questo caso è quello di rivolgersi ad un centro cinofilo e seguire dei corsi di educazione del cane. Se non sei un esperto e magari è la prima volta che ti prendi cura di un cane, farsi seguire da un istruttore cinofilo è la cosa migliore. Frequentare corsi collettivi oppure praticare con il tuo amico cane delle discipline cinofile può essere un ottimo modo per rafforzare il legame con il tuo nuovo amico a quattro zampe.

I costi

Facciamo chiarezza su un’altra domanda molto frequente: quanto costa l’adozione del cane dal canile? La risposta è assolutamente nulla. L’unica cifra da pagare sarà il contributo da sostenere per la visita dal veterinario con le vaccinazioni, il microchip e la sverminazione. Dovranno poi essere messe in conto le spese per la cuccia, il cibo, giochi vari e quanto necessario per il cane che dovranno essere già presenti in casa quando il cane verrà accolto. Far trovare una cuccia comoda e confortevole significa prima di tutto mettere a proprio agio il nostro amico a quattro zampe che sentirà fin da subito l’aria di casa da tempo mancata.

Pin It on Pinterest

Share This